La stufa ecologica fai da te

 

stufa,pirolisi,pirolitica,sostenibile,green,economy,innovation,novità,Con l’inverno alle porte ci torna la voglia di scampagnate in mezzo alla natura, di fare campeggio o comunque di passare più tempo all’aria aperta; può essere utile dotarsi di un fornello portatile che ci consenta in ogni dove di preparare gustose pietanze da consumare da soli o in compagnia, può essere interessante il fatto che a tal fine oggi possiamo utilizzare qualcosa di ecologico.

stufa,pirolisi,pirolitica,sostenibile,green,economy,innovation,novità,

Una comunità italiana delle stufe migliorate ha realizzato il progetto BeBi, finanziato dal programma ACP dell’Unione Europea  e realizzato grazie ad una partnership tra università, centri di ricerca ed organizzazioni non governative, capitanata dall’Università di Udine, finalizzato a distribuire e testare stufe a piro-gassificazione e il loro sottoprodotto. Questo progetto volto a concretizzare una molteplicità di benefici ambientali ed economici per i paesi in via di sviluppo, si propone anche  di migliorare la qualità dei suoli, contenere le emissioni di gas serra e l’impatto prodotto della cottura tradizionale di cibi.

Dal progetto BeBi sono nate le stufe a doppia combustione o a pirolisi, in grado di bruciare qualsiasi tipo di biomassa secca nella maniera più efficiente, riducendo al minimo le emissioni di fumo, Co2 e altri agenti chimici nocivi; inoltre, pur sfruttando al massimo la combustione, richiedono una minor quantità di biomassa e come residuo producono biochar, carbone vegetale ottimo come fertilizzante

Forse penserete che queste stufe, anche in versione ridotta, richiedano materiali costosi, elettronica avanzata e soprattutto esperte maestranze per la loro costruzione, niente di più sbagliato!

Queste stufe sono state concepite per essere di facile fabbricazione e di semplice utilizzo, con un po’ di lamierino, una  rete metallica ed un paio di cesoie o grosse forbici, quindi materiali che potete trovare facilmente dal vostro ferramenta di fiducia, chiunque può costruirne una; chi poi avesse un naturale rigetto per gli sprechi, può raggiungere l’obiettivo utilizzando materiali di recupero come grosse lattine, fusti e altri  oggetti metallici riciclati che più si adattano alle personali esigenze e alla dimensione che si vuole dare alla stufa. in rete poi si trovano video e istruzioni che attraverso schemi molto semplici, nel guidarci passo passo fino al compimento della nostra stufa “fai da te”, ci ricordano molto un famoso manuale disneyano di quando eravamo bambini.

 Che dire, se avete in programma un picnic in compagnia per il prossimo fine settimana, fatelo nel rispetto dell’ambiente, scaricatevi le istruzioni e costruite la vostra stufa ecologica e chissà, qualcuno di voi si riscoprirà ancora una volta in versione “giovane marmotta”.

La stufa ecologica fai da teultima modifica: 2012-11-09T10:33:51+01:00da piero_aloia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento