MONTECATINI VAL DI CECINA Individuato un fluido geotermico che non produce emissioni in atmosfera

E SE IL FUTURO della geotermia in Italia passasse da Montecatini Valdicecina? Le prospettive ci sono: l’area ha infatti le carte in regola per essere pioniere della ‘media entalpia’, formula che indica risorse di calore nel sottosuolo a temperature appunto intermedie, ta 100 e 250 gradi. Per sfruttarle, il Comune, la Provincia di Pisa e il Cosvig (Consorzio sviluppo aree … Continua a leggere

Desertec, energia dall’Africa

Accendere le luci in Europa con l’energia elettrica prodotta dal sole e dal vento del Nordafrica. Il momento in cui premendo un interruttore sarà possibile realizzare questa integrazione fisica tra le economie euromediterranee è ancora lontano, ma meno di quanto si possa pensare. Il progetto che ha l’obiettivo di produrre elettricità con fonti rinnovabili in Nordafrica, infatti, è già pronto. … Continua a leggere

Calenzano, Cogeneratore a biomasse

E’ entrato in funzione il cogeneratore a biomasse, che produce energia elettrica, riscaldamento e raffreddamento con il solo utilizzo di legna vergine. L’impianto, gestito da BioGenera s.r.l., società costituita dal Comune di Calenzano, Consiag e Quadrifoglio, sta già fornendo calore agli impianti sportivi della Fogliaia (palazzetto dello sport, piscina e campi sportivi) e produce energia elettrica da immettere nella rete … Continua a leggere

Nuove regole per il geotermico toscano

Criteri più rigidi e obbligo di utilizzare le migliori tecniche disponibili per ridurre le emissioni in atmosfera delle centrali geotermoelettriche, nuovi requisiti per ottimizzare l’esercizio degli impianti e un protocollo per la loro gestione e manutenzione. È quanto prevede la delibera approvata dalla Giunta regionale che ha lo scopo di abbattere l’inquinamento geotermico prodotto dalle centrali toscane. Tutte le 31 … Continua a leggere

Biciclette, rinnovabili e tanto verde

A Brema, a differenza che a Roma o Milano, sanno che se togli le auto e non vuoi che la città si fermi devi offrire qualcosa in cambio. Tipo più mezzi pubblici, più piste ciclabili, più car sharing. Una politica a tre punte che nel 2008 ha fatto registrare, per la prima volta, un’inversione di tendenza: il numero delle macchine … Continua a leggere